Consigli per un’alimentazione sana e corretta

Pasta asciutta e pomodorini

Le feste, purtroppo o per fortuna, sono terminate e con loro i pasti pantagruelici che le accompagnano quasi quotidianamente!

La prima cosa che si fa subito dopo la befana è guardare con timore la bilancia, consci d’aver preso qualche kg in più domandasi preoccupati subito dopo: ed ora come li perdo?

Bilancia

Chiariamo subito che non si ingrassa per qualche giorno di sregolatezza!

Bensì è nel tempo che educhiamo e teniamo in forma il nostro corpo e non improvvisando diete post festa che ci costringono con regimi alimentari sacrificati (se non dannosi) spesso anche difficili da seguire!

Naturalmente è importante sottolineare che seguire delle buone abitudini alimentari è un consiglio valido per tutti (sopratutto per i non più giovanissimi) e servono per limitare o tardare l’insorgere di problematiche più gravi, ma ciò in alcun modo va letto come una sostituzione al rivolgersi a persone competenti (il proprio medico, oppure un nutrizionista) qualora si ha bisogno di una dieta più mirata e personalizzata, come ad esempio in caso di una situazione medica un pò più particolare!

In vacanza è ancor più difficile sapersi regolare!

Colpa magari di menù particolarmente ghiotti oppure del dover mangiare ogni giorno fuori dall'hotel (perchè sprovvisto di ristoranto o perchè si è fuori per un'escursione). Spesso ci si deve adattare a menù fissi poco consoni al nostro regime alimentare e raramente si trovano adeguate varianti (o ristoranti disposti a farle).

Insomma fuori casa fare attenzione a mangiar bene può essere ancora più complicato, ed allora come comportarci per ridurre tali difficoltà?

In relazione alle vacanze sicuramente un valido suggerimento è preferire hotel con un proprio ristorante che forniscono ogni giorno più varianti di primo e di secondo, ponendo attenzione al fatto che l’hotel fornisce standard più scelte e non che dia una scelta unica promettendo alternative se il menù non è gradito!

Questo perché un menù a più scelte significa avere la possibilità di selezionare più portate di eguale lavorazione seppure differenti (ad esempio scegliendo tra un primo di carne, un primo di pesce ed un’altro vegetariano), mentre dove la cucina ha un unico menù le sostituzioni spesso sono più rimediate con ciò che il cuoco può velocemente preparare al momento e che spesso si risolvono con un piatto freddo (mozzarella e prosciutto) o poco appetitoso (piatto di pasta in bianca o con del sugo semplice).

Ad esempio nei soggiorni Anni di Argento il servizio di ristorazione è un punto focale su cui viene posta sempre molta attenzione, anche se lo stesso a volte sembra passare in sordina quando si sceglie una vacanza!

In tutte le proposte Anni di Argento gli hotel devono sempre dare minimo 3 scelte di primo e 3 di secondo senza lesinare nella quantità e varietà di verdure come contorno o antipasto! Un altro occhio di riguardo viene posto chiedendo un menù settimanale variegato, equilibrato ma sopratutto con ingredienti locali e freschi!

Basta chiacchierare e leggiamo le 10 regole d'oro per vivere sani!

acqua

1 - Bere tanta acqua

L'idratazione del corpo è fondamentale per la salute, sopratutto per anziani e bambini! Il consumo ideale è di almeno 2 lt al giorno

Olio d'oliva - un grasso sano

2 - Limitare i grassi di origine animale

I grassi devono far parte dell'alimentazione ma ove possibile meglio preferire quelli di orgine vegetale e limitare quelli di origine animale!

Biscotti deliziosi

3 - Consumare pochi zuccheri

Escludendo malattie specifiche un dolcetto ogni tanto non fa male, basta non abusarne ed evitare dolci troppo complessi!

Una mela al giorno

4 - Fare più pasti al giorno

5 pasti al giorno è il numero ideale, intervallando i tre principali (colazione, pranzo e cena) con uno spuntino a metà mattina e un'altro il pomeriggio!

Cambiare ogni giorno

5 - Variare sempre il menù

Cambiare le abitudini è difficile ma nulla è più sano di un menù sempre variegato, anche inserendo qualcosa che non abbiamo mai provato!

Legumi e fibre

6 - Consumare alimenti ricchi di fibre

Fondamentali per un corretto funzionamento dell'intestino (vanno limitati solo in specifiche condizioni di salute) andrebbero consumati spesso!

Prosciutto e mozzarella

7 - Consumo eccessivo di pasti freddi

Da intendere come pasti veloci (e non come temperatura). Magari si fa per far prima o per non sporcare, ma meglio che non sia un'abitudine!

Viva la macedonia

8 - Mangiare cibi ricchi di vitamine

Le vitamine sono la nostra difesa numero 1 contro le malattie, indovinate quali cibi ne contengono di più? Naturalmente frutta e verdura!

Banane fonte di potassio

9 - Consumare sali minerali (calcio sopratutto)

La carenza di sali minerali può essere un vero problema generando disidratazione, spossatezza e cali di concentrazione!

Passeggiare insieme fa bene

10 - Essere sempre in movimento

Che sia un passeggiata, una corsa o uno sport specifico è bene fare almeno 30 minuti al giorno di attività per un corpo in salute!

Ci auguriamo che questo articolo sia stato utile e che vi abbia dato qualche informazione in più che ancora non conoscevate!

Se avete piacere ad approfondire l’argomento con un occhio di riguardo su come impostare una corretta alimentazione per la terza età consigliamo la lettura di questo ottimo articolo a cura della FONDAZIONE VERONESI –> “L’alimentazione negli anziani”.

Non dimenticate mai di rivolgervi ad un professionista in materia e al vostro medico se avete dei dubbi su questa materia o necessitate di aiuto su come impostare una dieta corretta in caso di specifici problemi di salute!

Abbi buona cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere.

Jim Rohn

Related Posts

Privacy Policy | Aggiorna i consensi